+39.328.0435903 gc@giovannicuniberti.it

Conto in rosso nel 2021? Cosa cambia davvero

7 Gen 2021 | Social Networks

Si parla in questi giorni delle nuove disposizioni legate alla condizione di “rosso” sul conto corrente.

Le nuove disposizioni sono relative ad un Regolamento dell’EBA del 2014, che è entrato definitivamente in vigore il 1° gennaio 2021 in tutta l’Unione Europea.

Il regolamento dispone l’avvio di una procedura di default per il titolare di un conto corrente, se su questo si verificano e permangono in contemporanea, due specifiche condizioni per un periodo superiore ai 90 giorni. Ma quali sono queste due condizioni?

La prima è andare “in rosso” sul conto corrente superando una certa soglia: 100€ per le persone fisiche, 500€ per le persone giuridiche.

La seconda è il superamento dell’1% della propria esposizione debitoria, cioè se si supera una soglia pari o superiore all’1% del totale delle spese dovute nel periodo, che vengono pagate attraverso il conto corrente (la carta di credito, la rata del mutuo, le bollette addebitate in CC, etc.).

Tuttavia, la segnalazione di default del debitore alla Centrale Rischi non è automatica.
Il debitore che va in rosso sul proprio conto per un periodo temporaneo inferiore ai 90 giorni, non viene segnalato subito ai Sistemi di Informazione creditizia (SIC).
La segnalazione avviene solo a seguito di un’analisi e valutazione complessiva della situazione creditizia non legata ad eventi sporadici. La condizione di sofferenza deve essere permanente o perlomeno frequente.

Ogni banca potrà quindi continuare ad accettare sconfinamenti, anche quando il pagamento di utenze o stipendi possa comportare un default. È perciò fondamentale conoscere bene le condizioni definite dal contratto stipulato con la propria banca, per capire cosa è previsto e quali modalità vengono adottate in caso si presentino sconfinamenti temporanei.

Anche la Banca d’Italia ha provveduto a chiarire la situazione, con una serie di risposte alle domande più frequenti. Il mio consiglio è quello di consultarla.

Giovanni Cuniberti

Giovanni Cuniberti

Consulente finanziario fee only, Esperto di mercati e Docente a contratto dell'Università di Torino

Il mio obiettivo è aiutare le persone ad avere maggiore consapevolezza dei propri investimenti.
Mi impegno per la diffusione di una cultura finanziaria utile alla serenità delle famiglie e affianco i miei clienti nelle decisioni di investimento a protezione e difesa dei loro patrimoni.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *